Logo dell' Ente

Messaggio
  • Direttiva Europea sulla e-Privacy

    Questo sito web utilizza i cookies di sessione e persistenti per gestire la navigazione e fornire statistiche sull'utilizzo del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per il tempo previsto.

    Visualizza la politica di privicy

    Visualizza la Direttiva Europea di e-Privacy

Home Comunicati Stampa Dragon Boat Ladies Empoli

Dragon Boat Ladies Empoli

Condividi su facebook Condividi la notizia su twitter PDF  Stampa  E-mail 

La Dragon Boat di Astro per la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno

Domenica 10 giugno l'inaugurazione ai Canottieri di Limite
Sulle acque dell'Arno che attraversa il nostro territorio vedremo ben presto scivolare una canoa molto particolare, sospinta da una squadra altrettanto unica.

Si tratta della Dragon Boat che verrà inaugurata domenica 10 giugno prossimo, alle ore 11.00, presso il rimessaggio delle imbarcazioni della Società Canottieri di Limite, in Lungarno della Mollaia n. 19 a Limite sull'Arno.

La canoa è stata donata dai Canottieri comunali di Firenze ad Astro (Associazione per il sostegno terapeutico e riabilitativo in oncologia) per promuovere la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno attraverso questa pratica sportiva. La Società Canottieri di Limite si occuperà della custodia e della manutenzione dell'imbarcazione, nonché della preparazione sportiva delle donne che parteciperanno a questa iniziativa.

Potranno, infatti, scegliere di intraprendere la riabilitazione mediante il canottaggio tutte le volontarie e le socie dell'associazione Astro che, dopo opportuna visita medica, saranno ritenute idonee a praticarlo. Basterà sostenere la quota associativa alla Società Canottieri di Limite pari a 20 euro l'anno.

Quella del Dragon Boat è una disciplina sportiva diffusa in tutto il mondo praticata su imbarcazioni standard lunghe 12,66 metri con la testa e la coda a forma di dragone. Queste imbarcazioni sono sospinte da 20 atleti, 10 a destra e 10 a sinistra, con pagaie simili a quelle della canoa canadese, al ritmo scandito del tamburino, mentre il timoniere a poppa tiene la direzione con un remo lungo circa tre metri.

Ventidue signore in rosa, quindi, combatteranno a colpi di pagaia il male che le ha afflitte, ma che non le ha sconfitte, dimostrando con la forza delle loro braccia e con l'armonia dei loro movimenti tutto il coraggio, la speranza e la solidarietà di cui sono testimoni e artefici.

L'iniziativa, promossa da Astro, dalla Società Canottieri di Limite e dal comune di Capraia e Limite, segue la scia dell'esperienza analoga che già da sei anni si svolge a Firenze con l'equipaggio chiamato Florence Dragon Lady, supportato dal servizio "Donna come prima" della sezione di Firenze della Lilt (Lega italiana contro i tumori) e dai Canottieri comunali di Firenze.

Per informazioni è possibile contattare i volontari di Astro all'ospedale "San Giuseppe" in via Boccaccio a Empoli, nel padiglione H, terzo piano, stanza n. 305, il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 17.30 alle ore 19.00 oppure telefonare al numero 346 6276826, e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna