Logo dell' Ente

Messaggio
  • Direttiva Europea sulla e-Privacy

    Questo sito web utilizza i cookies di sessione e persistenti per gestire la navigazione e fornire statistiche sull'utilizzo del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per il tempo previsto.

    Visualizza la politica di privicy

    Visualizza la Direttiva Europea di e-Privacy

Home Comunicati Stampa Apertura straordinaria della Villa Romana di Limite sull'Arno: appuntamento a sabato 22 (15,00-18,30) e domenica 23 ottobre (9,00-18,30) in via Palandri. Il Sindaco Giunti: "Siamo orgogliosi, invito a venire a vedere i nuovi mosaici e le terme".

Capraia e Limite si prepara ad un fine settimana di arte, storia e cultura. Sabato 22 e Domenica 23 ottobre, infatti, è prevista un'apertura straordinaria del sito archeologico Oratorio-Le Muriccia di via Palandri, a Limite sull'Arno, sede del complesso monumentale appartenuto all'aristocratico romano Vettio Agorio Pretestato, Governatore della Tuscia e dell'Umbria nel periodo precedente al 362 d.C. e Prefetto dell'Urbe fino al 384, anno della sua morte. La Villa in cui si ritirava Pretestato, immerso nell'otium, aveva una struttura esagonale centrale con numerose sale circostanti, con altezza di circa 15 metri e diametro di 30. La scena di caccia al cinghiale emersa alcuni anni fa, era collocata nel salone centrale in cui il padrone di casa sedeva e riceveva gli ospiti su un tavolo semicircolare rivolto verso il mosaico.

Nelle ultime settimane, sono venuti alla luce numerosi mosaici di altre sale ed anche l'area termale della villa, con le sospensioni in mattoncini che reggevano la vasca posizionata accanto al forno che riscaldava l'ambiente. Secondo gli studiosi, in primo luogo il Prof. Federico Cantini, associato di archeologia medievale all'Università di Pisa, le dimensioni eccezionali e lo stato di conservazione permettono di paragonare il complesso ad altri esistenti soltanto a Costantinopoli, capitale dell'Impero romano d'Oriente.

Sabato 22, dalle 15,00 alle 18,30 e domenica 23 dalle 9,00 alle 18,30, i cittadini potranno visitare i ritrovamenti della campagna di scavo 2016 condotta dall'Università di Pisa sotto la supervisione del Prof. Cantini e della dott.ssa Beatrice Fatighenti. Ad attenderli per spiegare mosaici, stanze e resti di mura della Villa, ci saranno anche i ragazzi e le ragazze dell'università, ospitati in questo periodo in locali messi a disposizione dall'Amministrazione Comunale, che si occupa anche del vitto giornaliero.

"Sono orgoglioso ed emozionato per l'apertura straordinaria del prossimo fine settimana. Mi auguro che in tanti decidano di cogliere al volo questa opportunità fantastica e decidano di fare una visita al sito. Ci saranno i professori e gli studenti dell'Università di Pisa, che ringrazio, pronti ad accogliere tutti i visitatori e ad accompagnarli in un percorso storico affascinante. Già l'anno scorso abbiamo riscosso un enorme successo, con vasta eco a livello regionale, nazionale e non solo, e quindi speriamo di bissare anche nel 2016. Nel frattempo, stiamo lavorando sodo per la valorizzazione dei mosaici e della villa, che possono costituire un volano di immagine e sviluppo per Capraia e Limite e l'intero territorio dell'Empolese-Valdelsa", commenta il Sindaco Alessandro Giunti.

Per informazioni sulle visite, è possibile telefonare allo 0571/978124.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 25 Ottobre 2016 13:34 )
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna