Logo dell' Ente

Messaggio
  • Direttiva Europea sulla e-Privacy

    Questo sito web utilizza i cookies di sessione e persistenti per gestire la navigazione e fornire statistiche sull'utilizzo del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per il tempo previsto.

    Visualizza la politica di privicy

    Visualizza la Direttiva Europea di e-Privacy

Approvata con determinazione n.210 del 02/05/2019 la graduatoria delle richiese di buono scuola per la frequenza della scuola dell'infanzia paritaria privata "San Francesco" per l'anno scolastico 2018/2019 ritenute ammissibili e non al termine dell'istruttoria. L'elenco viene pubblicato con la sola indicazione del numero di protocollo in luogo del nome del richiedente. L'attribuzione dei buoni scuola avverrà sulla base della graduatoria stilata in ordine di ISEE crescente ed è condizionata interamente alla misura dell'importo dei fondi che la Regione Toscana assegnerà a questo Ente. La collocazione in graduatoria, pertanto, non dà automaticamente diritto al riconoscimento del contributo.

 

Il Comitato popolare di difesa dei beni pubblici e comuni "Stefano Rodotà" ha lanciato una raccolta firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per la riforma del diritto dei beni pubblici, contenuto nel codice civile.

La proposta prevede:

- una revisione della formulazione dell'articolo 810 del codice civile, al fine di qualificare come beni le cose, materiali o immateriali, le cui utilità possono essere oggetto di diritti;

- una distinzione dei beni in tre categorie: beni comuni, beni pubblici e beni privati;

- la creazione previsione della categoria dei beni comuni, ossia delle cose che esprimono utilità funzionali all'esercizio dei diritti fondamentali nonché al libero sviluppo della persona, al fine di garantire la loro fruizione collettiva, nei limiti e secondo le modalità fissati dalla legge

- sostituzione del regime della demanialità e della patrimonialità attraverso l'introduzione di una classificazione dei beni pubblici appartenenti a persone giuridiche pubbliche, fondata sulla loro natura e sulla loro funzione in attuazione delle norme Costituzionali

- la definizione di parametri per la gestione e la valorizzazione di ogni tipo di bene pubblico.

Una proposta di legge che, se approvata, cambierebbe il modo di concepire il bene comune che, oggi, è sempre citato, ma non gode di un vero e proprio riconoscimento giuridico.

Per saperne di più: www.benicomunisovrani.it

I moduli per la raccolta firme sono disponibili presso lo Sportello Servizi al Cittadino, sino al 30 luglio.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 19 Aprile 2019 13:10 )
 

In allegato il menu valido da lunedì 29 aprile a venerdì 24 maggio 2019

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 18 Aprile 2019 14:54 )
 

elezioniPer le prossime elezioni, che si svolgeranno domenica 26 maggio 2019, per eleggere i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia e per il Sindaco e il Consiglio Comunale, si rendono pubbliche le Istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature.

È possibile consultare e scaricare i documenti dal seguente link

 
Altri articoli...
Pagina 2 di 3