Controllo e manutenzione della caldaia

  • Controllo e manutenzione della caldaia

    Cosa occorre fare per essere in regola

    Ogni anno i proprietari o gli inquilini di abitazioni servite da caldaie ad uso riscaldamento (con potenza inferiore a 35 kW) devono far eseguire la manutenzione della caldaia (controllo dei fumi) da una ditta qualificata.
    A partire dal 1° gennaio 2011 gli utenti sono tenuti a inviare annualmente al Circondario Empolese Valdelsa la ricevuta di pagamento del contributo, ripartito in base alla potenza della caldaia, insieme al rapporto di controllo annuale rilasciato dal manutentore.

    I contributi

    I contributi sono così ripartiti:
    – impianti sotto 35 Kw: 5 €
    – impianti sopra 35 Kw e fino a 116 Kw: 7 €
    – impianti sopra 116 Kw e fino a 350 Kw: 10 €
    – impianti sopra 350 Kw: 12,50 €.

    Nel caso siano presenti più generatori (caldaie) collegati allo stesso impianto, l’importo da versare per ciascuno di questi è ridotto del 30% rispetto alle tariffe sopra indicate.

    Il pagamento deve essere effettuato al momento dell’intervento di manutenzione annuale (tra una manutenzione e la successiva possono intercorrere al massimo 365 giorni) e consente a tutti coloro che possiedono un impianto in regolare stato di manutenzione di non dover sostenere alcun costo in caso di ispezione da parte del Circondario.

    E’ consigliabile rivolgersi ad un manutentore per tutti gli adempimenti burocratici necessari.
    Per provvedere in prima persona occorre invece effettuare un versamento tramite bollettino postale, intestato al Circondario Empolese Valdelsa, Conto Corrente Postale n. 42829176, indicando la causale ”Contribuzione campagna per la sicurezza ed il risparmio energetico 2011 ”e inviare con raccomandata a/r copia del bollettino e dell’ultimo rapporto di manutenzione a:
    Circondario Empolese Valdelsa
    Piazza della Vittoria, 54 – 50053 Empoli (FI)
    entro e non oltre un anno dalla data dell’ultima manutenzione.